Agricoltura in Aree Protette
Chi è Federparchi?
Gli obiettivi del progetto
La attività
La scheda del Progetto
L'iniziativa comunitaria Equal
Azione 3
Novità

Mainstreaming

L’attività di Mainstreaming, In accordo con le specifiche linee-guida del programma EQUAL, interessa tutto l’arco del progetto, sia pure differenziandosi con l’evolversi del percorso. In una prima fase l’attività sarà indirizzata soprattutto al settore di riferimento, allo scopo di coinvolgere gli enti, le istituzioni e le imprese per preparare il terreno su cui dovranno innestarsi l’azione formativa e soprattutto il successivo ampliamento delle attività agricole. Nella fase successiva, punterà invece a diffondere le soluzioni operative individuate e testate durante il progetto, dimostrandone la loro efficacia e proponendole non solo come modello per le specifiche politiche di empowerment della forza lavoro, ma in generale come possibile evoluzione a sistemi di lavoro ancora improntati a una sostanziale rigidità. Facendo leva sulla realtà produttiva nel frattempo realizzata, il mainstreaming non sarà affidato soltanto alle consuete attività di disseminazione (convegni, seminari, sensibilizzazione dei mezzi di informazione), ma punterà a incidere direttamente sui sistemi con un forte impatto propositivo. Lo svolgimento delle azioni sarà sempre supportato dalla Partnership di Sviluppo. L’attuazione e la messa a regime delle azioni sperimentate dalla Partnership di Sviluppo avranno come obbiettivo quello di incidere sui sistemi e sulle politiche della formazione e dell’occupazione.
Il trasferimento delle “buone prassi” e delle sperimentazioni significative del progetto al sistema di riferimento sarà di natura verticale ed orizzontale.

Mainstreaming Orizzontale
I componenti la Partnership di Sviluppo, referenti e rappresentanti a livello nazionale, dell’intero sistema delle “aree protette” e degli occupati in agricoltura, si adopereranno per un’azione di diffusione puntuale ed articolata sul territorio volta a coinvolgere il maggior numero di soggetti attivi nel settore prescelto. Scopo dell’attività di mainstreaming orizzontale sarà il coinvolgimento attivo delle organizzazioni fatte partecipi del progetto e di quelle non direttamente coinvolte, ma interessate allo stesso ambito di operazione, finalizzato alla conoscenza e all’implementazione del modello di intervento per lo sviluppo del lavoro nelle aree protette.
In particolare saranno trasferite le “buone prassi” relative ai modelli formativi e le azioni sperimentate utilizzando i seguenti canali:
  • sito www.parks.it
  • Osservatorio permanente delle “Buone Prassi
  • News letter prodotte dalla Partnership di Sviluppo, rivolte a tutti gli associati e alla rete dei soggetti potenzialmente interessati
  • diffusione di 2.000 Cd contenenti la Metodologia formativa innovativa prodotta e sperimentata con il progetto.

Mainstreaming Verticale
Scopo dell’attività di mainstreaming verticale è incidere sul sistema di riferimento soprattutto a livello locale, coinvolgendo enti territoriali che hanno funzioni di programmazione e creando le condizioni per dare continuità agli interventi. E’ convinzione della Partnership di Sviluppo di poter stimolare, attraverso le innovazioni sperimentate, l’avvio di azioni di sviluppo locale. In particolare fino dalla fase di progettazione e gestione si coinvolgeranno le Istituzioni e gli Enti responsabili di atti di programmazione al fine di rafforzare le probabilità di diffusione del progetto.
L’articolazione del processo di mainstreaming verticale prevede:

  • attivazione di nuovi Patti Territoriali specializzati in agricoltura all’interno delle Aree Protette;
  • sensibilizzazione dei soggetti pubblici deputati alle Politiche del Lavoro e della Formazione Professionale (Regioni, Province, Comunità Montane), nei confronti delle opportunità date dal nuovo bacino di impiego costituito dallo “Sviluppo sostenibile”;
  • sensibilizzazione dei soggetti pubblici deputati alle Politiche Ambientali (Regioni, Province, Comunità Montane), nei confronti dei bisogni legati alle attività lavorative esercitate in “aree protette”.
  • promozione di iniziative progettuali e programmatiche in coerenza con le azioni strategiche di conservazione della natura e di sviluppo sostenibile del sistema territoriale di APE, a partire dalle aree protette, con la piena utilizzazione delle opportunità offerte dal CIPE al riguardo.

Mainstreaming di genere
Scopo dell’attività di mainstreaming di genere è garantire l’accessibilità alle azioni progettuali ad uomini e donne.
A livello di beneficiari finali è previsto un ambito che include specificità di genere: il supporto formativo e informativo applicabile all’universo dei lavori atipici, tra i quali una percentuale consistente è rappresentata da lavoratrici donne in part-time. Nel caso specifico ci si riferisce all'amplimento dell'impresa agricola ad attività extra-agricole quali il confezionamento e la commercializzazione di prodotti tipici, l'accoglienza agrituristica e collegata al turismo naturalistico; tutte attività stagionali nella gran parte dei casi gestite dalle componenti femminili dell'azienda familiare.
L’attivazione del processo di mainstreaming di genere prevede azioni di:

  • coinvolgimento (a livello locale) di istituti e comitati deputati alla promozione e verifica delle pari opportunità.